top of page

L'Archiginnasio di Bologna

Archiginnasio fu costruito tra il 1562 ed il 1563 dell'architetto bolognese Antonio Morandi detto Terribilia.

Il palazzo fu fortemente voluto dal Legato pontificio di Bologna,il cardinale Carlo Borromeo e del Vicelegato Pier Donato Cesiz, con lo scopo di unire in un unica sede l'insegnamento universitario che fino a quel momento era dislocato in varie

sedi.


Con i suoi 30 archi e il Suo cortile interno L'archigginasio si sviluppa su due piani, con le sue varie aule.

La più famosa è sicuramente Il TEATRO ANATOMICO:


Il soffitto a cassettoni, realizzato nel 1645 da Antonio Levanti, è decorato con figure simboliche rappresentanti quattordici costellazioni e al centro Apollo, nume protettore della medicina.



La cattedra del lettore è decorata con i due '"spellati" e sopra al baldacchino invece sovrasta la stanza una figura femminile seduta, allegoriadel'Anatomia che riceve come

omaggio da un putto alato un femore.



raffiguranti in basso ci sono i dodici celebri medici Ippocrate, Galeno, Fabrizio Bartoletti, Girolamo Sbaraglia, Marcello Malpighi, Carlo Fracassati, Mondino de' Liuzzi, Bartolomeo da Varignana, Pietro d'Argelata, Costanzo Varolio, Giulio Cesare Aranzio, Gaspare Tagliacozzi.

In alto invece troviamo venti dei più famosi anatomisti dello Studio bolognese.


La ricchissima decorazione dell'Archiginnasio costituisce il maggior complesso araldico murale esistente.







Le antiche aule scolastiche che oggi sono state adibite a depositi librari, seguono tutta la lunghezza della fronte del palazzo.

Le pareti poi sono ornate da stemmi e monumenti che celebrano le figure di

maggior rilievo nella storia dello Studio.

Orario: Da lunedì a sabato: ore 10 - 18, domenica: chiusura

Prezzo del biglietto: 3.00 euro

È possibile visitare il Teatro Anatomico e la Sala dello Stabat quando non sono in corso conferenze.

Esenzioni:

guide turistiche con tesserino di riconoscimento

giornalisti con tesserino di riconoscimento

una persona per ogni gruppo di almeno 10 persone

classi delle scuole elementari e medie di primo e secondo grado

due accompagnatori per ogni gruppo scolastico

giovani fino a 18 anni compiuti

portatori di handicap e loro accompagnatori

soci ICOM che presentino tessera valida

appartenenti ad Enti e Associazioni convenzionati

abbonati alla Card Cultura

Clicca sul LINK PER TUTTE LE INFO!






3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page